Nacatole

Le nacatole sono dei dolci calabresi tipici della tradizione regionale natalizia, e come tali inseriti dal Ministero delle Politiche Agricole nell’elenco dei prodotti italiani agro alimentari tradizionali (PAT). A differenza dei cuddruriaddri, le nacatole si ottengono da un impasto simile ma senza patate, a base di farina, uova, strutto, zucchero, anice e lievito di birra.  Dall’impasto si ricavano delle ciambelle, o dei bastoncini, che vengono fritti e successivamente cosparsi di zucchero semolato.

Ricetta nacatole

Ingredienti per 6 persone

  • 600 grammi di farina 00
  • 3 uova intere
  • 150 grammi di zucchero
  • 50 grammi di latte
  • 75 grammi di olio di oliva evo o strutto
  • 50 grammi di liquore all’anice
  • 10 grammi di lievito di birra fresco
  • un pizzico di sale
  • due litro di semi di arachidi per friggere

Procedimento

Utilizzando una planetaria sciogli il lievito nel latte e lavora tutti gli ingredienti insieme con il gancio a uncino, altrimenti disponi la farina con un buco nel centro, versaci le uova precedentemente sbattute, il sale, lo zucchero, l’anice, l’olio e il lievito sciolto nel latte. Incomincia a lavorare dal centro. Impasta fino a quando otterrai una pasta morbida e liscia. Copri con pellicola e lascia lievitare 1 ora e mezzo in frigorifero.

Taglia pezzi di pasta dal peso di 50 grammi ciascuno e forma a piacere delle ciambelline o dei bastoncini. Copri con un canovaccio appena inumidito, meglio se con teli di lievitazione e lascia lievitare 40 minuti. Scalda l’olio e friggi le nacatole poche alla volta. Scola le nacatole su carta assorbente, cospargi, quando sono ancora calde con zucchero semolato e sistematele su un vassoio da portata.

Articolo precedentePerfecto 618
Articolo successivoChiesa Matrice “S.S. Maria Assunta”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui