Tirocinio

Il tirocinio è un periodo di orientamento e di formazione svolto in un contesto lavorativo e volto all’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Non è un rapporto di lavoro.
Pur non costituendo un rapporto lavorativo, i tirocini extracurricolari disciplinati nelle Linee guida in materia di tirocini sono soggetti all’obbligo di comunicazione obbligatoria da parte del soggetto ospitante.
Esistono due tipi di tirocini:

  • i tirocini curriculari, rivolti ai giovani che seguono un percorso di istruzione o formazione e finalizzati ad integrare l’apprendimento con un’esperienza di lavoro. Questo tipo di tirocinio è disciplinato dai Regolamenti di istituto o di ateneo ed è promosso da scuole, università o enti di formazione accreditati;
  • i tirocini extracurriculari, finalizzati ad agevolare le scelte professionali grazie a un periodo di formazione in un ambiente produttivo e quindi alla conoscenza diretta del mondo del lavoro. Questo tipo di tirocinio è disciplinato dalle Regioni e dalle Province autonome, mentre a livello nazionale sono definiti degli standard minimi comuni. Per saperne di più consulta il Manuale del tirocinante: guida pratica al tirocinio extracurriculare.

Gli standard sono contenuti nelle Linee guida in materia di tirocini che definiscono i livelli minimi di qualità del tirocinio e assicurano parità di trattamento e livelli di tutela omogenei sul territorio nazionale.
Per attivare un tirocinio è necessaria una convenzione tra un soggetto promotore (università, scuola superiore, agenzia per l’impiego, centro di formazione, ecc.) e un soggetto ospitante (azienda, studio professionale, cooperativa, ente pubblico ecc.), corredata da un piano formativo. Il soggetto promotore e il soggetto ospitante nominano un tutor ciascuno. Sono le figure che aiutano il tirocinante a stendere il piano formativo, inserirsi nel nuovo contesto, definire le condizioni organizzative e didattiche. Essi, inoltre, monitorano il percorso formativo e attestano l’attività svolta.
 
Nell’ambito del programma nazionale Garanzia Giovani possono essere promossi tirocini extracurriculari di orientamento, inserimento o reinserimento e tirocini in mobilità geografica nazionale e transnazionale, ovvero in una Regione diversa da quella di residenza o all’estero.
Inoltre, il 1° marzo 2016 è stata avviata la misura “Super Bonus Occupazionale trasformazione tirocini”, che sostiene la trasformazione dei tirocini in contratti di lavoro attraverso un incentivo per i datori di lavoro.
Clicca qui per maggiori dettagli.
 
Vai alle norme di riferimento.

Articolo precedenteApprendistato
Articolo successivoBando voucher percorsi di Alta Formazione professionalizzante inclusi nel catalogo regionale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui